Ironman Italy 70.3 - Pescara

Allora da dove posso iniziare questo post???




Nel dire che Pescara è una città molto bella e che le sue colline sono magnifiche, eventi come questi non fanno altro che valorizzare il nostro bellissimo territorio.
Ci vorrebbero manifestazioni come queste, in tutta Italia, per far conoscere le bellezze del nostro paese.
Gara ben organizzata, non ho trovato nessun tipo di problema, strade chiuse, personale disponibile, stand organizzati e per la prima volta ho visto la gente in festa sulle strade.
Che dire della mia gara... credevo di avere problemi nella frazione di corsa (infatti ne ho avuti) e di non riuscire a chiudere la gara.
La gara è partita con i pro alle ore 12, la mia batteria alle ore 12.50, frazione di nuoto al limite del praticabile,  mare in burrasca e vento fortissimo, hanno costretto gli organizzatori a ridurre a poco più di mille metri il nuoto per la sicurezza di tutti e una volta entrato in acqua, non posso che condividere favorevolmente questa decisione.
La fase di ritorno e l'uscita dall'acqua è stato un vero calvario, corrente, risacca e onde non facevano altro che sbatterti da una parte all'altra. Ma in quei momenti mi dico sempre <<corrente ed onde per me, corrente e onde anche per gli altri, allora nuota>> così bracciata dopo bracciata esco dall'acqua in 20 minuti, sacca blu e mi cambio, percorro una lunghissima zona cambio, recupero la bici e via, la prima parte del percorso è su strada statale chiusa completamente al traffico, guardando i tempi dell'anno scorso ho visto che se volevo avere chance  nella mia categoria, dovevo fare questa frazione almeno a 35km/h di media, le gambe girano, e i primi 15km ho quasi 40 di media, poi si inizia a salire sulle colline Abruzzesi, tra casali, ulivi e qualche casa sparsa qua e la, il percorso prevede 3 salite e molti su e giù per 60 km con un dislivello poco più di mille metri, tengo un ritmo agile e costante, cercando di recuperare il tempo perso nelle salite, in discesa e sui falsopiani.
Al 50esimo km, all'inizio della terza ed ultima salita scoppia un forte temporale, tanto intenso quanto breve, 15 minuti di pioggia fortissima, dove percepisco i primi brividi di freddo e penso al mio antivento rimasta nella sacca blu, ma rimango concentrato sulla cadenza di pedalata e sulle VAM sviluppata in salita, mi dico di essere costante e tenere il ritmo, dopo 10 km scollino e inizia la discesa, primi tornanti presi con molta calma, visto l'asfalto bagnato e memore della caduta in Lussemburgo, arrivato al 65km le gambe rispondono ancora bene ed ora si scende fino a Pescara riprendendo la statale fatta ad inizio frazione, qui per più di 20km strada dritta con un vento fortissimo contro, riesco con fatica a stare sopra i 30 allora e sto facendo scendere la media conquistata con tanta fatica, da 37 di media scendo a 33 in questo tratto, tengo duro e spingo, spingo per recuperare, chiudo la frazione in 2 ore 32, poco sotto ai 35 di media, devo recuperare quasi un minuto nella corsa. Inizio la frazione di corsa con dolori ai flessori, ma niente a confronto alla gara di Pietra Ligure, i primi 5km li corro a una media di 3:50 al km, al 7 km incominciano i problemi, flessori si induriscono e come se a ogni passo, sento che mi deve arrivare un crampo, ne ho per spingere ma decido di rallentare e tenere un ritmo costante di 4 al km. Vedo che questa corsa controllata, paga, passo molta, molta gente, al 16km ho un inizio di crampo alla gamba destra, rallento, mi massaggio la coscia, ma non mi fermo, percorro un km a 4:30, cercando di sciogliere il muscolo, riprendo il ritmo ed entusiasmo quando arrivo alla consegna del 4 ed ultimo braccialetto, siamo al 18km, ormai ci siamo, sale il morale e incomincio una leggera progressione, dove mi porta a correre gli ultimi 1500 metri a girare a 3:38 al km.
Tappetto rosso, gloria e taglio il traguardo, la mezza la chiudo in 1 ora e 23 minuti, per un totale di gara di 4 ore 23 minuti, consapevole di aver fatto una buona gara, corsa di testa e a ritmo, in attesa di sapere il risultato, mi rilasso al ristoro...



I miei amici che seguivano in streaming la gara incominciano a massaggiare e chiamare, le voci dicono inizialmente terzo di categoria, poi secondo, io aspetto la sera prima di esultare....

ED ECCO LA CONFERMA 2 DI CATEGORIA E 51 ASSOLUTO E MI GODO IL TRAGUARDO, CON IL TROFEO PIU' AMBITO, QUELLA M ROSSA CHE TI CONSEGNANO SUL PALCO!! 





Qui il dettaglio delle frazioni :
http://eu.ironman.com/triathlon/events/emea/ironman-70.3/italy/results.aspx?rd=20140601&race=italy70.3&bidid=1382&detail=1#axzz33YiEinkc

Mi sono preparato per diversi mesi per raggiungere questo obiettivo, non sono arrivato a posto fisicamente ma con un po' di sofferenza, coincidenze, fortuna e impegno tutto è andato come previsto.... ora un po' di relax e poi preparazione per la finale in CANADA!!!


Commenti

  1. Complimenti per la grande gara che hai fatto, ed ora buon viaggio per Mt. Tremblant!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari