Triathlon la mia vita

Triathlon la mia vita

giovedì 25 agosto 2016

Giovedì 25 Agosto 2016



Eccomi tornato dalle ferie, ma già pronti a ripartire già questo week end e poi tra una decina di giorni, ho ripreso a lavorare subito a gran ritmo e il tempo a disposizione è pochissimo; in queste vacanze sono riuscito a rilassarmi un po' più del solito, già hai noti problemi fisici (infiammazione ischiocrurale, e contusione al quadricipite) mi è uscita anche un'infiammazione da soprasella che mi ha costretto a ridurre il kilometraggio in bici... che devo fare, questa parte dell'anno va così, mi sono fermato una settimana con la corsa, ora qualche giorno di bici, non posso far altro che cercare di portare la migliore condizione in Olanda e chiudere il finale di stagione senza altri acciacchi.


Rimango un po' senza pedalare, anche perchè questo week end partecipo alla Granfondo della Nocciola Alta Langa, visto che mi sono iscritto da un po' di tempo, nella speranza di riuscire a stare in sella qualche ora, senza problemi, la partenza e arrivo da Bossolasco (Piemonte) organizzata dall’Associazione Fausto Coppi, due i percorsi il lungo, con i suoi 120 km e il medio con 84 Km, saranno sei le salite che ricorderanno alcuni campioni del passato mediante le ascese, la prima salita di giornata sarà . Si tratta dell’ascesa in ricordo di Jacques Anquetil, che da Bonvicino porta a Murazzano: 6.3 km al 5% di pendenza media. La seconda salita è dedicata a Fausto Coppi che da Belbo porta a Mombarcaro, con 3-6 km al 7.2 % di media. Da qui il percorso si divide, ritrovandosi poi sulle ultime due salite, quindi il percorso lungo affronta la terza salita, dedicata a Marco Pantani, con  7 km al 5% di pendenza media fino a Lequo Berria. La quarta salita nel nome di Charly Gaul: 7.6 km al 4.5% che portano a Boscasa e a Sinio i due percorsi si ricongiungeranno svoltando a sinistra e imboccando la quinta salita dedicata a Gino Bartali, la più dura di tutto il percorso: 3.7 km con pendenze che non lasceranno mai la doppia cifra fino ad Albaretto Torre. L'ultima salita Lousion Bobet che con i suoi 5.97 km al 5.2 di pendenza media, porterà i partecipanti dei due percorsi nuovamente a Bossolasco.
Partenza Domenica ore 10 da Viale Bruno a Bossolasco.


Ho visto ben poco delle Olimpiadi (gli orari non coincidevano con i miei) , scontate le vittorie nel Triathlon (ho visto solo la gara femminile) ma in generale i nostri atleti si sono comportati bene, invece è iniziata la Vuelta, sempre spettacolare, è la corsa a tappe con meno tensioni, qui gli attacchi ci sono e si affrontano a viso aperto, qui la classifica:

1. Darwin Atapuma (Col) BMC Racing Team 17h 40’ 20”
2. Alejandro Valverde (Spa) Movistar Team +28”
3. Christopher Froome (GBr) Team Sky +32”
4. Esteban Chaves (Col) Orica-BikeExchange +38”
5. Nairo Quintana (Col) Movistar Team s.t.
6. Samuel Sanchez (Spa) BMC Racing Team +1’07”
7. Ruben Fernandez (Spa) Movistar Team +1’10”
8. Leopold Konig (Cze) Team Sky +1’12”
9. Peter Kennaugh (GBr) Team Sky +1’14”
10. Gianluca Brambilla (Ita) Etixx – Quick-Step +1’22”
13. Alberto Contador (Spa) Tinkoff +1’52”




Oggi si corre la sesta tappa

mercoledì 10 agosto 2016

Mercoledì 10 Agosto 2016


Mercoledì 10 Agosto, giusto un mese alla gara di Almere, finalmente ferie anche per me,
infatti, domani sera parto per la montagna e poi qualche giorno di mare, vediamo di recuperare

la gamba sulla corsa e mettere un po' di brillantezza, ora la botta sul quadricipite si è riassorbita completamente
e posso/devo spingere per fare girare le gambe. Ultime 3 settimane di allenamento, di cui 4 giorni di potenziamento
in montagna e 4 giorni al mare per trasformare il lavoro, poi il resto del tempo è recupero e lavori di qualità, tutto questo in teoria, perché in questo periodo non riesco ad allenarmi come vorrei tra lavoro e impegni vari, lo stop del mio infortunio, capita che anche mia moglie si fa male per la caduta in bici e deve tenere fermo il braccio destro, la clavicola si è sollevata di 4cm, quindi non è del tutto indipendente e devo aiutarla, per di più vuole comunque allenarsi e in qualche modo devo allinearmi ai sui tempi. Queste ferie arrivano giuste, perché ci sarà più tempo per gestire le cose.... almeno spero.

Il grande spettacolo delle Olimpiadi è partito, peccato per Nibali che sfuma il sogno di una medaglia per la caduta in discesa, il team aveva lavorato bene per metterlo nelle migliori condizioni, ma è andata male. La caduta gli ha causato una doppia frattura a una clavicola.  La prova è stata vinta dal belga Greg Van Avermaet.













Ci si risente alla fine di Agosto, vi auguro
a chi è già in ferie di godervela e buon viaggio a chi è in partenza!!




venerdì 5 agosto 2016

Venerdì 5 Agosto 2016


Oggi vado al mare, week end lungo per rilassarmi un pò al sole e respirare salsedine,
in questi giorni ho corso allungando un po' i km per capire la condizione del quadricipite,
sicuramente è migliorato, ma non è guarito e quando sto tanto sulle gambe incomincio a fare 
fatica e la corsa si trasforma in un "zoppicare". Mercoledì, visto che la pista questo mese
è chiusa, abbiamo spostato l'allenamento a Monate, dai Canottieri, ho fatto un combinato, nuoto-corsa-nuoto 
(1500mt-9km-500mt), bell'allenamento alternativo con una temperatura decisamente accettabile, poi pizzata 
in compagnia.
Martedì uscita di gruppo in bici, da segnalare la caduta di mia moglie, per fortuna nulla di rotto, ma c'è
stato lo spostamento di 3cm della clavicola, ora riposo forzato per 2 settimane e non potrà nuotare praticamente
per un mese, giusto fino alla gara di Almere!! 

Oggi al via le Olimpiadi, speriamo che lo spettacolo e le gesta degli atleti non venga sporcato da notizie di 
cronaca o da doping!

CicloMercato: due grandi atleti cambiano squadra, Nibali a fine anno vestirà la maglia del neonato team Bahrain-Merida. "È il primo ciclista che entra ufficialmente a far parte della nuova squadra del regno del Bahrain. Sarà il capitano e sarà circondato da una serie di ciclisti di talento selezionati con l'ambizione di creare una formazione professionistica riconosciuta in tutto il mondo".
Ma anche Sagan cambia maglia, passa nuova squadra la Bora-Hansgrohe, che aspira a diventare un World Team,
Invece il team Astana cambia sponso delle biciclette, passando dalla Specilized con la canadese Argon 18: accordo triennale dal 2017 al 2019



martedì 2 agosto 2016

Martedì 2 Agosto 2016

  

Finalmente è arrivato Agosto, il mese delle ferie, farò un po' di mare e un po' di montagna, ma quest'anno le ferie saranno limitate a una decina di giorni, ma cercherò di andare via qualche week end in più, già il prossimo, vado al mare a trovare i miei genitori e il successivo farò un pò di montagna. 



Questo è il mese che devo anche affinare la preparazione per Almere, ma prima di tutto devo risolvere l'infortuno alla gamba fatto alla Stralivigno, visto che Sabato ho dovuto rinunciare (dopo 6km di salita) a fare tutta l'ascesa dell'Indemini perchè non riuscivo più a spingere con la gamba sinistra. Domenica ho provato a correre 35 minuti, ma dopo qualche km sento che il quadricipite non è a posto e non riesco  a correre in modo fluido e rilassato.

Vediamo di risolvere un problema alla volta e prendere le cose come vengono. 




Venerdì 5 Agosto inizieranno le Olimpiadi, con la cerimonia di apertura che oltre lo spettacolo, ci saranno i discorsi delle autorità che precederanno l'insediamento della Bandiera Olimpica e la sfilata delle 207 nazioni partecipanti, tra di loro anche gli atleti Rifugiati ed Indipendenti del Comitato Olimpico. Il momento più atteso sarà come sempre quello dell'accensione del braciere olimpico, con il patos nel vedere chi sarà l'ultimo tedoforo, ovvero colui che farà fare l'ultimo tragitto al sacro fuoco di Olimpia, per poi accendere il braciere.
La personalità scelta è come sempre uno dei grandissimi dello sport locale.


Già Sabato 6 agosto, ore 14.30 italiane, si partirà con il ciclismo, dove in nostri azzurri troveranno un percorso insidioso, dove potranno trovarsi a loro agio sia scalatori che discesisti, passando per gli specialisti delle grandi classiche.
Il tracciato è lungo 256 km, prevede un tratto in pavé e le salite poste nella parte iniziale e l’ascesa più impegnativa, di circa 9 km, inserita in un circuito da ripetere tre volte. Poco prima dell’arrivo ci sarà una discesa molto tecnica.Qui il calendario completo delle gare di Ciclismo : http://www.sportlive.it/olimpiadi-2016/calendario-ciclismo-bmx-mountain-bike-rio-2016_pag2.html

Invece le gare di Triathlon saranno a Fort Copacabana giovedì 18 e sabato 20 agosto i nostri porta colori sono Alessandro Fabian, Davide Uccellari, Charlotte Bonin, Annamaria Mazzetti.



venerdì 29 luglio 2016

Venerdì 29 Luglio 2016


Piano piano, la botta sul quadricipite si sta riassorbendo, ho sempre dolore a piegare la gamba, ma va decisamente meglio, ma non riesco ancora a correre e anche questa sera mi tocca saltare la corsa,
spero nella prossima settimana, o fare un tentativo Domenica, altrimenti mi tocca, per il terzo giorno
consecutivo, ancora bici....
Intanto procedo con il resto, ieri sera ho nuotato in Bustese, da domani la piscina chiude e riapre a fine Agosto, ho fatto:

300 Riscaldamento
8x50(andata gambe + ritorno tecnica)
400 Palette
1x(4x50 rip. 50" + 2x100 rip. 1':40" + 200 base 1':30")
400 Boccaglio
1x(4x50 rip. 50" + 2x100 rip. 1':40" + 200 base 1':30")

poi ho replicato anche questa mattina in Manara, vasca da 50 con:

400 Riscaldamento
3x100 Misti
2x200 Pull (resp. 3-4-5-7)
1x(400 Pull base 1':30" + 4x100 rip. 1':40" + 4x50 forte)
200 Pull sciolti


questa sera esco con la bici da crono, per fare il giro del pesce, Mercoledì ho alzato la sella di 2mm e la spinta la sento decisamente diversa, non è fluida ed efficace come prima dell'incontro
con Vedana (il quale mi ha modificato l'assetto), anche a livello di schiena ne risento un po', spero di abituarmi presto, di sicuro, più km faccio, prima mi adatterò.
Domani è previsto un giro lungo con il gruppo Mizar, per questo userò ancora questo assetto, in più ho montato il porta borracce posteriore, ho dovuto modificare anche la posizione della batteria, poco estetica, ma avevo necessità di portare in giro 1 altra borraccia/porta oggetti e non avevo altra posizione su dove metterla.
Comunque domani si va a fare la salita dell'indemini da Vira qui altimetria: 



la farò con la crono.. ma non è nulla rispetto all'Alpe Quaggione di un mese fa




A Livigno ho trovato un autolavaggio per le bici, costo 5€ e risultato garantito....





Buon week end





mercoledì 27 luglio 2016

Mercoledì 27 Luglio 2016




Prima o poi doveva succedere, assaggiare l'amarezza del ritiro in una gara... è quello che mi è successo dopo 2km di Stralivigno, causa una botta al quadricipite, mi ha fatto tornare indietro di 20 anni, quando praticavo Thay Boxe, e i colpi sui quadricipiti era di routine, con il classico e devastante Low Kick. 
La mezza maratona parte puntuale, alle ore 15 c'è lo start, come sempre si parte forte e prima d'immettere i runner's sulla pista ciclabile che taglia la valle, viene fatto fare un giro di lancio di circa 3km, siamo più di 1800 persone e dopo poco più di un km, si passa dalla strada ad una 
stradina larga un metro e mezzo, per forza di cosa ci si ritrova tutti ammassati, ognuno con la propria velocità, non ho visibilità della strada, l'unica cosa che vedo è la schiena del runner che mi precede, il quale, con un movimento improvviso scarta a destra, io vado a impattare con la gamba sinistra, proprio a metà del quadricipite  su una sporgenza (poi mi sono accorto che erano le luci che illuminavano il sentiero) che usciva dalla staccionata, stupore e dolore improvviso, anche perché non avevo capito cosa era successo, ho provato a correre ancora un km, ma non riuscivo più ad appoggiare la gamba, è stata la classica "vecchia" sul muscolo della coscia, ma moltiplicato centinaia di volte. 

 Ho provato a fare un po' di stretching sul posto ma nulla, mi sono reso conto che non potevo correre in quelle condizioni, sconfortato, sono ritornato alla partenza dove mi sono fatto dare del ghiaccio.

Oltre a non aver corso la mezza, mi è saltato tutta la pianificazione degli allenamenti, ora la coscia è gonfia come una zampogna, zoppico e credo che per una decina di giorni non potrò correre.....
Ho provato anche a nuotare, ma posso farlo solo con il Pull, invece riesco a pedalare, anche se non vado troppo in spinta con la gamba sinistra... almeno non rimango fermo.

Insomma non ci voleva questo intoppo prima di Amsterdam, ma siamo positivi e cerchiamo di recuperare prima possibile.
Di certo Livigno in qualche modo dovevo sfruttarlo, così, Domenica seppur in sofferenza mi sono fatto un giro in bici molto bello, da Livigno a St. Moritz, passando dal passo della Forcola,  passo del Bernina e ritorno, giro molto panoramico di 90km con quasi
2000 metri di dislivello......




Ieri sono andato a Monate in bici e mentre gli altri facevano un combinato nuoto-corsa io mi sono fatto l'attraversata del lago,  questa sera per forza di cose salto la corsa e farò una sgambata con la bici da crono.

Com'era prevedibile, il Tour si è concluso con la vittoria di Chris Froome 



che si gode la terza vittoria del Tour de France. <<La gioia di vincere qui, in Francia, è sempre grandissima, anche per me che ho già trionfato a Parigi in due occasioni prima di ieri.  È una sensazione speciale, ogni vittoria è diversa dall'altra. Quest'anno, anche se avevo un vantaggio di circa quattro minuti prima delle ultime tappe alpine, sapevo di dover rimanere concentrato, perché tutto sarebbe potuto cambiare da un momento all'altro. Una minima distrazione basta a bruciare tanto buon lavoro: per questo motivo ho dato il massimo fino all'ultimo secondo di gara>>
L'ultima tappa di Parigi è stata vinta dal tedesco André Greipel, la classifica finale:

Chris FROOME (Gb, Sky); 
2. Bardet (Fra) a 4’05’’; 
3. Quintana (Col) a 4’21’’; 
4. Yates (Gb) a 4’42’’; 
5. Porte (Aus) a 5’17’’; 
6. Valverde (Spa) a 6’16’’; 
7. Rodriguez (Spa) a 6’58’’; 
8. Meintjes (Saf) a 6’58’’; 
9. D. Martin (Irl) a 7’04’’; 
10. Kreuziger (R. Ceca) a 7’11’’; 




giovedì 21 luglio 2016

Giovedì 21 Luglio 2016



Livigno arrivo !!! Sono in viaggio .... anche se il tempo non è il massimo, oggi e domani danno temporali, poi si va verso il bello, comunque me la godo lo stesso...




Ieri mattina ho nuotato prima di colazione, sempre sensazioni belle, dedicandomi all'utilizzo degli attrezzi, ho fatto:

300 Riscaldamento
3x100 Misti
600 Pull + boccaglio
2x200 Pull (resp 3-4-5-7)
8x100 ripartenza 1':40"

invece alla sera allenamento in pista per fare girare le gambe, con 5 da mille girati a 3':30" al km, invece questa sera, dopo una giornata passata tra i negozi, corsetta leggera, per abituare il corpo all'altezza.

Tre giorni di salite ci aspettano al Tour, sperando che qualcuno attacchi Froome e renda emozionante la tappa, ieri la maglia gialla ha dimostrato ancora una volta che è troppo superiore agli altri... la tappa di ieri è stata vinta da Zakarin e oggi c'è una cronometro, 




con partenza da  Sallanches, i primi 4 Km saranno pianeggianti, poi la prima salita di 2,5 Km, con pendenze medie al 9,4% e punte oltre la doppia cifra, poi ci saranno circa 1.000 metri in falsopiano, prima di affrontare un altro tratto in salita, con un tratto con pendenze all’8%. La strada spianerà di nuovo fino a Les Berthelets, punto in cui verrà preso il tempo per la terza volta, poi seguirà un ultima difficoltà verso la cime di Côte des Chozeaux, che complessivamente misura 3,1 Km, con pendenze medie al 5,4%. Gli ultimi 2 Km verso Megève saranno in discesa. In passato si è giunti qui molte volte, ma in altre corse ciclistiche.

Tappa di Domani


Tappa di Sabato




Purtroppo uno dei favoriti alla vittoria delle Olimpiadi nella specialità del Triathlon deve lasciare, dopo una preparazione mirata, da inizio anno, per questo evento Javier Gomez, il suo sogno va in fumo. Durante un allenamento in bici, è stato vittima di una banale caduta dalle conseguenze disastrose: rottura del gomito. Anche l'immediato intervento chirurgico, pensare ad un recupero in tempo utile per i Giochi è impossibile, lui commenta: “Sono obbligato a rinunciare all'Olimpiade di Rio, il mio grande obiettivo stagionale, quello per cui stavo lavorando sodo da anni"



“Ho avuto un incidente sciocco, non andavo a più di 15 chilometri all'ora, la sfortuna ha fatto in modo che il mio gomito si fratturasse: in ospedale, hanno diagnosticato lo spostamento della testa radiale e si è resa necessaria l'operazione. Questo è un momento molto difficile per me, ma non voglio farne un grosso problema: come sempre, continuerò a lottare per recuperare il più presto possibile, anche se mi dispiace per tutti coloro che mi sostengono e mi incoraggiano ogni giorno. Spesso ho assaggiato la parte più dolce dello sport, oggi ho provato la faccia amara”

In bocca al lupo Gomez!!!

Se volete vedervi dei momenti di gara del Challenge di Roth, dove Frodeno ha fatto il nuovo record, cliccati qui : https://www.youtube.com/watch?v=JWg63DCnJtU&feature=youtu.be


A settimana prossima!!

martedì 19 luglio 2016

Martedì 19 Luglio 2016



Il week end passato sono stato in montagna, dove ho corso molto, facendo tanta salita, il fatto di non avere la "distrazione" della bici, ha permesso di concentrarmi solo sulla corsa, permettendomi
di allenarmi molto bene su percorsi impegnativi.

In questo periodo sono molto preso con il lavoro, tante cose da fare prima delle vacanze e i tempi sono ristretti, Giovedì parto per Livigno per farmi i primi 5 giorni di vacanze, Sabato parteciperò alla Stralivigno, però alla non competitiva, visto che non ho il tesseramento Fidal, sarà comunque un buon allenamento sulla distanza, questo il programma: http://www.stralivigno.it/stralivigno-programma

SABATO 23
8.00-14.00
Distribuzione pettorali Stralivigno, Staffetta c/o Aquagranda - Active You.
15.00
Partenza Stralivigno e Staffetta c/o Aquagranda - Active You.
19.00
Cena c/o Plaza Placheda.
20.00
Premiazioni Stralivigno c/o Plaza Placheda.

Oltre alla corsa, mi porterò anche la bici per allenare la gamba su percorsi bellissimi, ma è pur sempre una vacanza e quindi, ci sarà anche il tempo per rilassarmi e mi curarmi con del buon cibo.
Hanno reso il lago balneabile, quindi provo a portare anche la muta, per sfidare la temperatura dell'acqua e provare a fare una nuotata, il 3 Settembre
si svolgerà la prima edizione del ICON Livigno Xtreme Triathlon http://www.iconxtri.com/ gara dura!!

Questa mattina sono uscito a correre prima di colazione, gambe imballatissime, per via del massaggio fatto ieri sera dal buon Maschietto, questa sera, invece, giretto con la bici da crono per assetto e posizione.

Per le vacanze mi sono preso il libro da leggere :


"Questo libro vi dirà tutto ciò che c’è da sapere riguardo al triathlon e all’Ironman®, sia che siate dei principianti nello sport, sia che abbiate esperienza in altre discipline sportive. Il manuale di Mark Kleanthous vi insegnerà che cosa dovete fare per cominciare a praticare il triathlon – quale equipaggiamento comprare, la dieta da seguire, come ideare un programma di allenamento e quali modifiche apportare al vostro stile di vita per trovare il tempo necessario a praticarlo – e poi vi spiegherà anche come arrivare alla fine di una gara e come riprendervi dalla fatica. In poche parole questo librò vi rivelerà tutti i segreti per sviluppare tutte le vostre potenzialità nel triathlon – e non necessariamente allenandovi con maggiore intensità, ma con più intelligenza e accortezza"

Ma sto leggendo, in formato ebook, anche questo di Danilo Di Luca :
altro libro che denuncia quanto è radicato il doping nel ciclismo.....

A proposito il Tour de France, ormai manca poco alla fine, Fromme
è sempre leader della classifica e dimostra tappa dopo tappa di avere un'altra gamba...nella tappa di ieri hanno chiuso con 47 di media!!!
Vinta da Sagan per pochi millimetri su Kristoff.

Oggi riposo e domani si riprende con una tappa di montagna

Il plotone si sposterà da Berna a Finhaut-Emosson, lungo un percorso che misura 184,5 chilometri. I corridori dovranno faticare, visto che saranno presenti quattro GPM, di cui due molto impegnativi nel finale. 




Invece grande impresa di Frodeno al Triathlon Challenge di Roth, dove ha stabilito un nuovo record su distanza Full, battendo il precedente di  07:41:33, stabilito da Andreas Raelert nel 2011. Con il fantastico tempo di 7:35:39, segnando questi split, nuoto 45:22, bici 04:09:22, corsa 02:40:35... cioè ha fatto una media di più di 43 all'ora per 180km e poi è sceso dalla bici e si è messo a correre una maratona, con un passo medio sotto 3:50 al km!!!

Qui sotto il confronto diretto con il precedente record