Triathlon la mia vita

Triathlon la mia vita

mercoledì 28 settembre 2016

Mercoledì 28 Settembre 2016


(parafrasando un famoso film)
I SOLITI SOSPETTI....
Sta suscitando molto clamore, la notizia delle informazioni rubate dagli Hacker all'agenzia agenzia mondiale antidoping WADA, anche perchè la lista divulgata, degli atleti trovati positivi a diverse sostanze, sono tantissimi e anche di spicco (Mo Farah, Nadal, Serena e Venus Williams ecc.)  ..... ma tutti hanno come giustificazione la ricetta del medico per l'assunzione del farmaco rilevato.... mah.... qui un breve elenco dei nomi trovati positivi, ma se fate una ricerca su Internet vedrete che ci sono altri atleti che rientrano in questa lista:

ARGENTINA Facundo Callioni e Lucas Martin Rey (hockey prato)
AUSTRALIA Brennan Kimberly e Alexander Belonogoff (canottaggio); Jack Bobridge (ciclismo).
BELGIO Loick Luypaert (hockey su prato)
BURUNDI Francine Niyonsaba (atletica)
CANADA Christine Sinclair, Melissa Tancredi, Rhian Wilkinson; Sophie Schmidt (calcio)
DANIMARCA Pernilla Blume e Jeanette Ottesen (nuoto); Casper Mortensen (pallamano); Niklas Larsen (Ciclismo)
FRANCIA Dimitri Bascou (atletica); Gauthier Grumier (scherma)
GERMANIA Robert Harting e Christina Obergfoll (atletica); Franziska Hentke, Christian Reichert e Christian Von Lehn (nuoto); Julian Justus (tiro); laura Siegemund (tennis).
GRAN BRETAGNA Mo Farah (atletica); Nicola Adams (pugilato); Sam Towsend, Olivia Carnegie-Brown, Helen Glover e Peter Reed (canottaggio); Chris Froome, Bradley Wiggins, Laura Trott e Callum Skinner (ciclismo); Charley Hull e Justin Rose (golf); Siobhan-Marie O'Connor (nuoto); Heather Fischer (rugby a 7);Alexandra Danson, Crista Cullen e Samantha Quek (hockey su prato);
POLONIA Natalia Madaj (canottaggio)
REPUBBLICA CECA Petra Kvitova (tennis)
ROMANIA Roxana Cogianu (canottaggio)
RUSSIA Misha Aloyan (boxe)
SPAGNA Belmonte Garcia Mireia (atletica); Rafael Nadal (tennis)
STATI UNITI Michelle Carter, Deanna Price, Ariana Washington (atletica); Elena Delle Donne e Brittney Griner (Basket); Simone Biles e Laurie Hernandez(ginnastica artistica); Tervel Dlagnev (lotta); John Conger, Kathleen Baker e Connor Jaeger (nuoto); McQuin Baron (pallanuoto); Dagmara Wozniak (scherma); Bethanie Mattek Sands, Serena e Venus Williams (tennis); Sam Dorman (tuffi); Brady Ellison (arco)
UNGHERIA Laszlo Cseh (nuoto)
qui riporto dal sito dalla Gazzetta l'intervista a Wiggins, (anche lui dentro nella lista) .

Articolo dal sito della Gazzetta:
Wiggins sui sospetti: "Non ho cercato un vantaggio ingiusto"
Il baronetto si fa intervistare dalla Bbc sulla questione di tre punture di un corticosteroide autorizzate prima di Tour e Giro: "Da sempre soffro di asma, non volevo diventasse un problema in corsa""Non ho cercato un vantaggio ingiusto"
Il baronetto si fa intervistare dalla Bbc sulla questione di tre punture di un corticosteroide autorizzate prima di Tour e Giro:
"Da sempre soffro di asma, non volevo diventasse un problema in corsa"

Bradley Wiggins si difende sulla questione dell'uso del triamcinolone acetodine, un corticosteroide ad azione prolungata
nella lista delle sostanze proibite che ha assunto tre volte. Il baronetto non puntava ad alcun "vantaggio ingiusto".

Al 36enne sono state praticate tre iniezioni intramuscolari del farmaco prima del Tour del France 2011 e 2012 (che ha vinto) e prima del Giro d'Italia 2013.
Le cure sono state possibili per le autorizzazioni terapeutiche (Tue) accordate che permettono agli atleti di prendere sostanze altrimenti proibite.
Ma la polemica e i sospetti sono scoppiati dopo che la pratica medica è stata resa nota dal furto di dati nei server della Wada, l'agenzia mondiale antidoping, e la pubblicazione in rete da parte del gruppo di hacker russi Fancy Bears.
La divulgazione delle cartelle cliniche ha riguardato molti atleti tra cui diversi ciclisti di spicco come Froome e Cancellara.
Ma proprio attorno a Wiggins, che è bene ricordarlo, non ha violato regole antidoping, si è scatenato un dibattito acceso.
Il suo ex dottore alla Garmin Slipstream nel 2009, Prentice Steffen ha espresso dubbi dicendosi sorpreso di vedere  Tue di triamcinonolone sempre prima della più importante corsa della stagione.

DALLO SPECIALISTA — Una polemica che ha spinto il cinque volte olimpionico a registrare
un'intervista alla Bbc andata n onda domenica mattina. "Da sempre - ha detto alla tv britannica il baronetto - soffro di asma.
Con il medico della squadra (Sky, ndr) siamo andati da uno specialista per vedere
se era possibile fare qualcosa per curare questi problemi. Lui ci ha detto: «Potete fare qualcosa
ma vi serve l'autorizzazione della federazione»". Poi si è soffermato sull'iter dell'ottenimento di una Tue: "Devi esibire prove fornite da uno specialista che verranno esaminate da tre dottori indipendenti che ti autorizzeranno a prendere questo prodotto. Se uno di loro dice no, la richiesta è respinta"

GIUGNO E LUGLIO TERRIBILI — Wiggins ha spiegato all'Andrew Marr Show, il programma per cui è stata registrata l'intervista, che aveva bisogno del farmaco per combattere una allergia al polline che avrebbe potuto acutizzare il suo asma. "L'ho fatto - ha proseguito Wiggins riferendosi alle punture - per curare una condizione clinica. Non era per cercare di trovare un modo di guadagnare un vantaggio ingiusto. Era per cercare di riportarmi nel campo da gioco e per poter competere al livello più alto". Alla domanda su come potesse giustificare il fatto di avere preso il farmaco meno di una settimana prima del Tour e solo due settimane dopo aver vinto il Giro del Delfinato (2011 e 2012) ha risposto: "Giugno e luglio sono il periodo peggiore. Quando vinci una corsa tre settimane prima del Tour, come io ho fatto, sei il favorito per il Tour. Lo staff medico e gli allenatori controllano che sia tutto a posto. Io dico che sono in difficoltà con la respirazione anche se non sembra e se c'è qualcos'altro che si può fare perché questo non diventi un problema durante una corsa di tre settimane al culmine della stagione? Poi ho avuto il consiglio medico (di prendere il tiamcinolone, ndr)".

ZONA GRIGIA — Wiggins si augura che l'intervista metta un punto al momento di difficoltà che ha avuto nella sua carriera. Ma difficilmente fermerà il dibattito. L'olandese Tom Dumoulin, al quotidiano De Limburger, ha detto che tutta questa storia "puzza". Senza contare l'ulteriore polemica sulla cosiddetta "zona grigia" che secondo Mario Zorzoli, l'ex consulente scientifico dell'Uci, la federciclismo internazionale, è stata creata proprio dalle Tue.

martedì 27 settembre 2016

Martedì 27 Settembre 2016


Periodo intenso lavorativamente parlando, anche gli allenamenti non sono da meno, la scorsa settimana ho caricato con la corsa, per mettere resistenza e velocità, perchè voglio fare la mezza di Gallarate a fine Ottobre, anche se non sono pronto per fare il personale, voglio correrla bene e a ritmo, poi a Novembre devo fare il pacer alla mezza di Busto Arsizio e quindi devo prepararmi al meglio, per sostenere i runner's che si affidano a me per avere un ritmo costante.

Venerdì parto per Riccione, per gli italiani a squadre di triathlon sprint, siamo un bel gruppo, 3 squadre uomini + 2 squadre donne, la location come al solito è super ospitale, quindi speriamo nel tempo e il divertimento sarà assicurato.

Ieri ho fatto un po' di lavoro a corpo libero, utilizzando pesetti e kettlebell, per recuperare un po' di forza e per preparare il corpo ai due mesi successivi dove svolgerò dei lavori di forza e resistenza... gli anni passano e mi servono sempre più muscoli se voglio mantenere certi ritmi.

Grande gara alla maratona di Berlino, con un fantastico Bekele che arriva a solo 6" dal record mondiale... ma la corsa è stata combattuta fino alla fine, con un testa a testa entusiasmante con Kipsang. La corsa fin dalle prime battute ha avuto passaggi pazzeschi, con il primo 5mila in 14’21”, la mezza in 1h01’11, da qui il gruppetto di testa incomincia a perdere i pezzi, fino a rimanere il duo di testa Kipsang e Bekele. Ma è al 40esimo km che Bekele cambia passo, imponendo un ritmo irresistibile con un 42° km fatto in 2’47”!!!!!



Qui l'elenco delle 10 migliori prestazioni di sempre in maratona, da notare che più della metà sono stata fatte a Berlino.

1) D. KIMETTO KEN - BERLINO -> 2:02’57”
2) K. BEKELE ETI - BERLINO  -> 2:03’03”
3) E. KIPCHOGE KEN - LONDRA -> 2:03’05”
4) E. MUTAI KEN - BERLINO -> 2:03’13”
5) W. KIPSANG KEN - BERLINO -> 2:03’13”
6) P. MAKAU KEN - BERLINO ->2:03’38”
7) S. BIWOTT KEN - LONDRA -> 2:03’51”
8) H. GEBRSELASSIE - ETI BER -> 2:03’58”
9) G. MUTAI KEN - BERLINO -> 2:04’15”
10) A. ABSHERO - ETI DUBAI -> 2:04’23”

Sono delle macchine nate per correre....

Questa sera corsetta in zona industriale, stretching e addominali, per quanto riguarda la bici ora riduco le uscite a una alla settimana, per staccare un po', per poi riprendere a Novembre con uscite molto blande e organizzare gli allenamenti in base alle gare future.


mercoledì 21 settembre 2016

Mercoledì 21 Settembre 2016


Dopo la settima passata, con allenamenti blandi, in questa riprendo a fare ritmo, Domenica 2 Ottobre partecipo ai campionati italiani di Triathlon a squadre, coppa crono e devo recuperare un po' di brillantezza se voglio essere d'aiuto alla mia squadra.
Anche se andiamo per divertirci, quest'anno siamo riusciti ad organizzare più squadre, siamo sempre competitivi e il nostro obiettivo è entrare nelle prime 10 posizioni, per noi sarebbe un bel successo!

Sabato scorso sono andato a provare il percorso della Granfondo Tre Valli Varesine, qui il programma completo:  http://www.trevallivaresine.com/allegati/2016_009_GRANFONDO_TRE_VALLI_VARESINE_2016/GF3V2016_Programma.pdf

La gara sarà Domenica 25 Settembre, il percorso non è assolutamente da sottovalutare, anche se non ci sono salite impegnative, il tracciato presenta molti su e giù e salite che t'invogliano a spingere, ma di svuotano d'energie, arrivando alla fine del percorso, bisogna affrontare il Brinzio e la Rasa, salite non impegnative, ma possono metterti in croce se non ne hai più.
La stessa Domenica ci sarà il campionato Bustese di ciclismo, con circa 60 km da fare a tutta, sono indeciso sul da farsi..... vediamo come sono Venerdì, perché muscolarmente sono ancora molto affaticato.

Questa mattina sono andato a nuotare alle ore 7 e questa sera, corsa, con ripetute in pista.

I fortissimi fratelli Brownlee si distinguono, con finale emozionante nella gara valida per il titolo mondiale dell’ultima tappa di World Series a Cozumel in Messico di Triathlon.
Jonathan Brownlee, si trova in testa, ma arriva sfinito a meno di 200 metri dal traguardo (si parla di colpo di calore), dietro di lui a pochi secondi c'è il fratello maggiore Alistair e il sudafricano Schoeman, Jonathan barcolla e non riesce più a procedere, così Alistair lo raggiunge e gli mette un braccio intorno al collo e lo trasporta fino all'arrivo, facendogli superare la linea in seconda posizione dietro al sudafricano Schoeman. 
potete vedere il video qui: https://www.youtube.com/watch?v=ot2oaoi_AZo



Il titolo mondiale è andato allo spagnolo Mario Mola, quinto al traguardo, mentre l’azzurro Alessandro Fabian ha chiuso all’11° posto.

Invece nel ciclismo, sempre immenso Sagan, campione del mondo in carica, ora anche campione d'Europa, quest'anno è il suo anno, ha vinto in volata la prima edizione degli Europei Elite, dopo 236 km, a Plumelec in Bretagna. 



I nostri azzurri, come miglior risultato, si aggiudicano il nono posto, con Diego Ulissi.
Moreno Moser in fuga è stato ripreso sul più bello, prima dell'arrivo.

Classifica :
1. Peter Sagan (Svk) in 5.34'23"; 
2. Julian Alaphilppe (Fra); 
3. Daniel Moreno (Spa); 
4. S. Dumoulin (Fra); 
5. Vakoc (Cec); 
6. Rui Costa (Por); 
7. Gallopin a 3" (Fra); 
8. Gilbert (Bel); 
9. Ulissi; 
10. Sanchez (Spa)



mercoledì 14 settembre 2016

Mercoledì 14 Settembre 2016



Dopo la gara di Sabato, tutto riprende, ho le gambe muscolarmente provate e questa settimana devo recuperare energie, riposo e allenamento molto blando.

Ieri sera ho fatto una sgambatina in bici in agilità e questa mattina prima di colazione ho nuotato 1500mt molto blandi.
Devo recuperare, la frazione di bici mi ha "consumato", il problema alla ruota contro il pattino del freno, mi ha costretto a utilizzare il doppio della forza, per spingere sui pedali e quando sono sceso per correre la mezza l'ho pagata con i crampi.







Comunque ho chiuso al 96esimo posto assoluto e nono di categoria, questi i tempi nelle frazioni:
Nuoto: 30:17 - 1900mt
Bici: 02:37:24 - 90km

Corsa: 01:36:27 - 21km
Totale : 04:50:20

E' un anno così, mi sono successe diverse cose che hanno influenzato l'allenamento o le gare, Sabato non è stato da meno, all'uscita dal T1, sono andato addosso all'atleta che mi precedeva e sono caduto sulla bicicletta, stortando il forcellino del cambio e la ruota, compromettendo di fatto la frazione di bici e la gara in se...



Ma non può andare sempre bene e ogni gara ha una sua storia.... quindi si guarda avanti, ora, passato l'obiettivo principale, ci si diverte, pensando già hai campionati italiani di crono a squadre, triathlon sprint a Riccione, gara sempre divertente.

Invece, un piccolo sguardo già al 2017, dove credo che mi iscriverò a questa GF: http://gfnymontventoux.com/ con la salita finale al mont ventoux





Invece da oggi, (dopo i grandi giri, l'ultimo, la Vuelta vinta da Quintana), iniziano le classiche che chiudono la stagione ciclistica, con il finale Mondiale dei PRO.

OGGI:  98ª COPPA BERNOCCHI Partenza e arrivo a Legnano (Mi), 192 km. Via alle ore 11.45

GIOVEDÌ 15: 70ª COPPA AGOSTONI Partenza e arrivo a Lissone (Mb), 199 km. Via alle ore 10.45

SABATO 17: 13° MEMORIAL PANTANI Partenza e arrivo a Cesenatico (Fc), 189,8 km. Via alle 11.30

DOMENICA 18 : CAMPIONATO EUROPEO PRO' Partenza e arrivo a Plumelec (Francia), 232,9 km  

DAL 19/9 AL 25/9  12° ENECO TOUR  In Olanda, sette tappe, cinque in linea, una crono individuale, una cronosquadre, 998 km

DAL 20/9 AL 22/9  GIRO DELLA TOSCANA COPPA SABATINI 
Tre prove dedicate ad Alfredo
Martini: Arezzo-Montecatini;
Montecatini-Pontedera; GP Peccioli.
Totale 555 km.

SABATO 24 : 99° GIRO DELL'EMILIA  Partenza e arrivo a Bologna, 213 km. Via alle 11.30

DOMENICA 25: 21° GP BEGHELLI Partenza e arrivo a Monteveglio (Bo), 196,3 km. Via alle 11.45

MARTEDÌ 27:  96° TRE VALLI VARESINE Saronno-Varese, 192 km

MERCOLEDÌ 28: 97ª MILANO-TORINO 186 km, arrivo davanti alla Basilica di Superga. Via alle 11.45

GIOVEDÌ 29 : 100° GRAN PIEMONTE

SABATO 1 OTTOBRE :  110° GIRO DI LOMBARDIA
Como-Bergamo, 240 km, con le salite inedite di Sant’Antonio, Abbandonato e di Miragolo, San Salvatore. Via alle 10.50

DOMENICA 9: 110ª PARIGI-TOURS 

DOMENICA 16: CAMPIONATO MONDIALE PRO' Partenza e arrivo a Doha (Qatar),
257,5 km. Via alle 10.30 ora locale

martedì 13 settembre 2016

Almere-Amsterdam


Oggi non sono qui per raccontare la mia gara, ma per riconoscere, quanto il gruppo donne ARC è solido, sacrificio, costanza, impegno e umiltà, fanno di queste donne un esempio, sempre cercando di divertirsi e cercando la massima prestazione in ogni condizione...

Daniela Ferrari si è qualificata seconda di categoria alla finale del challenge categoria 40-44 , sempre forte e competitiva, un vero treno!

Annalisa Bienati, al suo primo half distance, gara perfetta con una frazione di corsa da 10 e lode.

Paola Bottigelli, l'esperienza e l'abitudine ad affrontare le fatiche anche nelle avversità è riuscita a chiudere la gara, tra mille sofferenze di un piriforme che non l'ha mai lasciata in pace.

Infine Marina che si è infortunata circa 1 mese prima della gara, cadendo in bicicletta, l'incidente, oltre a svariate botte, gli ha causato il sollevamento della clavicola di 4cm (1cm in più e si doveva operare) con la conseguenza di tenere fermo il braccio destro per 15 giorni, per poi iniziare una lenta e dolorosa riabilitazione.

Ma in questo periodo, non si è persa d'animo, anzi, ha diversificato gli allenamenti, facendo tutto quello che era nel programma di allenamento, ma con la condizione del braccio immobile, esempio:

Si andava a nuotare 2000? In piscina o in acque libere, lei nuotava 2000 metri con un braccio solo!!!! Si andava a correre, bene lei si faceva scocciare il braccio al petto e faceva una camminata veloce per il tempo che doveva.... e  la bici?? i primi 15 giorni raggiungeva anche 3 ore di sessione sui rulli (in estate), io in inverno resisto a mala pena 1 ora. Dopo 15 giorni inizia la riabilitazione e incominci a muovere leggermente il braccio, passando dai rulli alla strada..... la forza d'animo, la passione e l'incoscienza e questo che ci spinge e non ci fa mollare, Marina adesso lo possiamo dire che dopo 18gg dall'incidente sei uscita a correre e sei caduta sullo stesso braccio!!! Qui hai avuto una piccolo cedimento, ma fortunatamente hai avuto problemi solo al gomito, ma nel giro di qualche ora sei tornata, più determinata di prima.



Come sempre, il giorno della competizione eri preoccupata, ma appena sei partita, come al solito, tutto è passato, facendo la tua gara, al massimo della condizione che avevi, con impegno e senza cedimenti..... certo nella frazione di nuoto hai perso qualcosa, ma la bici e la corsa hai dato più di quello che potevi.

Insomma hai fatto una bella gara e questa volta ti sei stra-meritata la finish line...  la tua forza mentale, la tua testardaggine nel conseguire l'obiettivo è ammirevole!!!

Donna Marina, Donna Paola, Donna Daniela, Donna Annalisa, sono esempi e punti di riferimento per ogni aspirante di lunghe distanze.

Complimenti.








martedì 6 settembre 2016

Martedì 6 Settembre 2016





Ci siamo, Giovedì parto e Sabato sarà gara, non arrivo troppo rilassato, soprattutto di testa, troppe cose in questo periodo hanno influito sulla mia serenità, ma fa parte del gioco, visto che non sono un professionista e non ho solo questo a cui pensare.
Domenica ho fatto l'attraversata Arona-Angera-Arona, non è stata per nulla una prova di nuoto che mi ha dato sicurezza, in quanto non sono riuscito a nuotare bene, dopo 400 metri mi sono dovuto fermare e riprendere fiato, la muta, il caldo e l'allergia, hanno condizionato il nuoto fin dalle prime bracciate, dopo il breve smarrimento, ho ripreso subito a nuotare in modo sciolto e tranquillo.


Oggi ancora giorno di relax, dedicato al massaggio alle gambe e un po' di stretching, invece domani mattina nuoto alle 7 in Manara e alla sera corsetta in zona industriale, poi preparo i bagagli, controllo la bici e Giovedì mattina di buon ora parto, sarà un viaggio di più di 10 ore, speriamo sia rilassante.

Sabato e Domenica, ci sono state 2 grandi tappe alla Vuelta, con arrivi sempre emozionanti e combattuti, Domenica Contador ha cercato di fare saltare la corsa, partendo subito in fuga e portandosi dietro anche Quintana, lasciando Froome nel secondo gruppo, ma alla fine Contador è costretto a 
cedere al forcing di Quintana e solo Brambilla riesce a tenere il ritmo del colombiano ed insieme a lui va a giocarsi, con 
successo, la vittoria di tappa, mentre Froome paga 2'40'' di ritardo, riuscendo comunque a conservare la seconda posizione in classifica generale, con un ritardo di 3'37" da Quintana. Ieri arrivo in pianura, tappa per velocisti, vinta da Jean-Pierre Drucker della Bmc in volata, 156,4 chilometri da Alcaniz a Peniscola; oggi invece riposo, ma la tappa verità sarà il 9 Settembre la crono da Xàbia - Calp - 39 km








venerdì 2 settembre 2016

Venerdì 2 Settembre 2016

 

Ultimi giorni di allenamento e poi meritato riposo, siamo alle ultime sessioni, Mercoledì ho fatto un buon combinato, 45km con la bici da crono controllando la pedalata e 7 km di corsa in progressione, cambiando ritmo ogni km, da 4:30 a 3:40, ottime sensazioni di corsa e la gamba rispondeva bene, spero di riuscire a correre così Sabato prossimo.
Ieri riposo, un po' di Stretching e addominali, invece questa mattina sono andato a nuotare e questa sera corsa lenta in zona industriale


Domani faccio un test di 90km con la bici da crono (andata ritorno Stresa) per verificare il ritmo gara, posizione e materiale utilizzato in gara, poi 5km di corsa leggera; invece Domenica mi sono iscritto all'attraversata Arona - Angera - Arona (2400mt), il ritrovo è all’imbarcadero di Arona, dove a partire dalle ore 8,30 saranno consegnati i pacchi gara contenenti boa di soccorso, cuffia, maglietta ricordo, sacco ed un biglietto della lotteria.

Alle ore 10,30 partenza da Arona della nuotata competitiva
Alle ore 11,30 partenza degli atleti dell’Angera-Arona (corto)

Invece settimana prossima, Lunedì, Martedì, Giovedì (viaggio, partenza per Almere), Venerdì riposo, allenamento solo il Mercoledì con nuoto/corsa e Sabato 10 Settembre GARA!!

La Vuelta prosegue, Martedì dopo il giorno di riposo, hanno ripreso a correre l’undicesima tappa da Colunga/Museo Jurásico a Peña Cabarga con arrivo su una salita di 5,6 km con una pendenza media del 9,8% e picchi sopra il 18%. La tappa è stata vinta in volata da Froome, seguito da Quintana e terzo Valverde... bella tappa!! Invece ieri 12esima tappa con arrivo in volata, vinta da Keukelerie (Orica-BikeExchange), anticipando lo sprint negli ultimi 100 metri. 

Quintana conduce sempre la classifica generale

Oggi e domani tappe di montagna!
14ª tappa: 3 settembre, Urdax Dantxarinea-Aubisque, 195,6km
15ª tappa: 4 settembre, Sabinanigo-Aramon Formigal, 120 km 
















martedì 30 agosto 2016

Martedì 30 Agosto 2016





Ogni volta che vado nelle Langhe, questo posto mi regala sempre qualcosa, non ero mai stato nell'alta Langa, dove crescono le buonissime nocciole, stupenda in qualsiasi stagione, consiglio di andarci se amate la natura, il buon cibo e bere bene... la loro ospitalità è incredibile, questo week end mi ha lasciato, il calore della gente del posto e l'amore che ogni giorno ci mettono nello svolgere il loro lavoro. 
Comunque ho partecipato alla granfondo, organizzata molto bene, il percorso è più duro di quello che pensavo, o si sale o si scende, mai in piano, difficile mantenere un ritmo costante, complice anche una giornata di sole molto calda e un dislivello alto (1790mt per 84km) hanno reso questa pedalata impegnativa.
Sono partito con l'intenzione di fare subito il medio a un ritmo alto, l'intenzione era di mettermi in crisi e arrivare a capire quanto potevo dare su un percorso così impegnativo. Sono partito con una borraccia sola e dopo 50 km non avevo più acqua, ho fatto una decina di km senza bere, ho dovuto scollinare sulla terza salita e farmi riempire 2 volte la borraccia per dissetarmi, qui c'era anche il bivio per il medio o il lungo, ma ho mantenuto fede alla scelta iniziale, da qui in poi ho fatto i restanti 24km completamente solo cercando di mantenere comunque alto il ritmo imposto.
Sono arrivato 61 assoluto con un tempo di 2 ore e 51 minuti, 84km 1790mt di dislivello.
 Una cosa mi è saltata all'occhio, quanta gente che va in bici forte, anche casi anomali che per età e condizione fisica è strano vederli viaggiare a certi ritmi in pianura ma soprattutto in salita..... 




Insomma ho fatto un buon allenamento, che in previsione di Almere, almeno la frazione in bici mi lascia tranquillo, questa è l'ultima settimana di rifinitura, la prox, tiro e remi in barca e poi parto, diciamo che gli ultimi 2 mesi di preparazione sono stati un po' problematici, ma quello che è fatto è fatto e comunque l'impegno sarà massimo e come sempre cercherò di divertirmi.









La Vuelta procede alla grande, bella tappa quella di ieri (da Lugones a Lagos de Covadonga lunga 188,7 km con arrivo al termine di una salita di 12,2 km con una pendenza media del 7,2% e picchi del 17,5%. ) 
che vede vincitore Nairo Quintana e si prende la maglia da leader, decisamente più informa che al Tour de France, il colombiano è partito negli ultimi chilometri in salita, stancando i rivali, Froome è riuscito a piazzarsi al terzo posto





La Generale:

1) Nairo Quintana (Movistar) 38h 37’ 07”
2) Alejandro Valverde (Movistar) +57”
3) Chris Froome (Team Sky) +58”
4) Johan Esteban Chaves (Orica-BikeExchange) +2’ 09”
5) Alberto Contador (Tinkoff) +2’ 54”